Consulenza filosofica di gruppo

 

 

Questa pratica filosofica è indicata per la discussione di una questione specifica che i componenti del gruppo (per esempio di un reparto ospedaliero) sentono come problematica e sono intenzionati ad affrontare insieme.

Attraverso la discussione filosofica provocata dal consulente filosofico si esplicitano gli elementi costituenti il disagio presentato, portandoli alla consapevolezza del gruppo, che li comprende e li elabora attraverso l’espressione dei punti di vista e dei vissuti emotivi dei singoli partecipanti. Il pensiero di ognuno viene così messo in movimento, innescando un processo finalizzato all’individuazione di un linguaggio comune tramite il confronto dialogico ed emotivo. Processo che genera un effetto trasformativo sui singoli e sul gruppo, permettendo il passaggio da una situazione di conflitto a un contesto di incontro tra diverse idee, culture, sensibilità, credenze e posizioni.