Consulenza filosofica individuale

 

 

L’obiettivo della consulenza filosofica individuale rivolta agli operatori sanitari significa fare filosofia nel momento in cui la persona si trova a vivere un disagio. Fare filosofia significa ri-vedere criticamente la propria visione di se stessi e del mondo, recuperare le proprie risorse e trovare gli strumenti per attribuire un senso a ciò che si fa e che si farà nel futuro. Lo scopo del dialogo che si instaura tra il consulente e il suo interlocutore è quello di portare il consultante a osservarsi e riflettere su di sé, sulla sua situazione e su possibili letture alternative della stessa per ri-trovarsi e ri-definirsi, trovando al tempo stesso la propria collocazione in questo mondo. Nell’ambito del lavoro questo significa la possibilità di agire con conoscenza e coscienza, assumendo, se è possibile, come propria la filosofia dell’azienda sanitaria, non perché ci è stata assegnata, ma perché riflette il nostro modo di essere. Attraverso la comprensione delle ragioni sottostanti ad un disagio professionale si cercano le modalità con cui affrontarlo, e non solo questa volta; il consultante acquisisce gli strumenti per affrontare anche difficoltà future, imparando a ricostruire sempre da capo, con consapevolezza, una linea d’azione adatta alle situazioni nuove e specifiche che gli si presenteranno in futuro. La consulenza individuale può essere realizzata attraverso l’apertura di uno sportello di ascolto presso l’azienda sanitaria interessata.